Eco consigli per la cucina di tutti i giorni

0
140
cucina sostenibile
cucina sostenibile

Eco consigli per la cucina di tutti i giorni

I consigli che seguono sono utili per risparmiare materie prime e ridurre al minimo lo scarto. Un esempio è l’acqua di cottura: quella di verdure, carni o pesci è ottima per la preparazione dei relativi brodi. L’acqua di cottura di pasta e riso ha proprietà addensanti e può essere usata per preparare sughi o dare corpo a minestre  e vellutate.
In generale gli scarti di verdura  possono essere utilizzati  per preparare brodi, soffritti, centrifugati e frullati. É bene poi utilizzare sempre il coperchio  e pentole dello stesso diametro dei fornelli, per evitare un inutile spreco di energia.

Le regole d’oro della cucina sostenibile

scegliete ingredienti possibilmente biologici, di stagione, di produzione  locale e sfusi
prediligete la filiera corta: comprate direttamente dal produttore o attraverso i G.A.S
utilizzate ogni parte degli ingredienti cercando di limitare al minimo i rifiuti prodotti; gli scarti possono anche essere congelati per essere utilizzati in altri momenti.
acquistate anche prodotti poco utilizzati come i tagli meno nobili della carne( fate uno sforzo: non acquistate solo petti di pollo o filetto di manzo!), il quinto quarto e i pesci poveri.
consumate pesce, crostacei e molluschi con moderazione verificandone la provenienza  ed evitando i prodotti pescati con tecniche  invasive come la pesca a strascico.
differenziate  i rifiuti organici e se possibile usateli per produrre  compost per uso domestico.

Lische tostate

16 lische di sardine o sauri
2 cucchiai di farina
2 cucchiai di Evo
sale e pepe
Asciugate bene le lische, quindi passatele nella farina; in una padella fate scaldare l’olio, quando sarà caldo, unite le lische e fattele dorare per 3’ per lato. Fine cottura tamponate con carta assorbente da cucina, servite subito come antipasto.
Per questa ricetta si utilizzano le lische di pesci piccoli come le sardine o sauri.

SHARE

LEAVE A REPLY