Alimenti ed etichette, sai cosa mangi?

0
84
Alimenti contraffatti

 

Alimenti ed etichette, sai cosa mangi? sai cosa compri?

 

Finalita’ dell’etichettatura

L’etichettatura e le relative modalita’ di realizzazione sono destinate ad assicurare la corretta e trasparente informazione del consumatore, esse devono essere effettuate in modo da :

  •  non indurre in errore l’acquirente sulle caratteristiche del prodotto alimentare e precisamente sulla natura, sulla identita’,  sulla qualita’, sulla composizione, sulla conservazione, sull’origine o sulla provenienza, sul modo di fabbricazione o di ottenimento del prodotto stesso.
  • non attribuire al prodotto alimentare effetti o proprieta’ che non possiede.
  • non suggerire che il prodotto alimentare possiede  caratteristiche particolari, quando tutti i prodotti alimentari analoghi possiedono caratteristiche identiche.
  • non attribuire al prodotto alimentare proprieta’ atte a prevenire, curare o guarire una malattia umana ne’ accennare a tali proprieta’, fatte salve le disposizioni comunitarie relative alle acque minerali e di prodotti alimentari destinati ad un’alimentazione particolare.

 

 

Per ingrediente si intende qualsiasi sostanza, compresi gli additivi, utilizzata nella fabbricazione o nella preparazione di un prodotto alimentare , ancora presente nel prodotto finito, anche se in forma modificata. Gli ingredienti devono essere designati con il loro nome specifico.

  • l’elenco degli ingredienti è costituito dalla enumerazione di tutti gli ingredienti del prodotto alimentare  in ordine di peso decrescente al momento della loro utilizzazione, esso deve essere preceduto da una dicitura appropiata contenente la parola ingrediente.
  • l’acqua aggiunta e gli altri ingredienti  volatili sono indicati nell’elenco in funzione del loro peso nel prodotto finito. L’acqua aggiunta puo’  non essere menzionata ove non superi in peso il 5% del prodotto finito.
  • nel caso di ingredienti utilizzati in forma concentrata o disidratata e ricostituiti al momento della fabbricazione, l’indicazione puo’ avvenire nell’elenco in base al lroro peso prima della concentrazione o della disidratazione con la denominazione originaria.
  • tipi diversi di frutta, di ortaggi o di funghi, dei quali nessuno abbia una predominanza di peso rilevante, quanso sono utilizzati in miscuglio in proporzioni variabili come ingredienti di un prodotto alimentare, possono essere raggrupati nell’elenco degli ingredienti sotto la denominazione generica di -frutta-, -ortaggi-, -funghi-, immediatamente seguita dalla menzione -in proporzione variabile- e dalla elencazione  dei tipi di frutta, di ortaggi o di funghi presenti.
  • nel caso di miscuglio di spezie o di piante aromatiche in cui nessuna delle componenti abbia una predominanza di peso rilevante, gli ingredienti possono essere elencati in un altro ordine, purche’ la loro elencazione sia accompagnata da una dicitura del tipo – in proporzione variabile-.
  • le carni utilizzate come ingredienti di un prodotto alimntare sono indicate con il nome della specie animale ed in conformita’  alla legge.

Non sono considerati ingredienti:

  • i costituenti  di un ingrediente che durante il procedimento di lavorazione, siano stati temporaneamente tolti per esservi immessi successivamente in quantita’ non superiore  al tenore iniziale.
  • gli additivi la cui presenza nel prodotto alimentare è dovuta unicamente al fatto che erano contenuti in uno o piu’ ingredienti di detto prodotto, purche essi non svolgano piu’ alcuna funzione nel prodotto finito.
  • i coadiuvanti tecnologici, che sono quelle sostanze che non vengono consumate come ingredienti alimentari in se,  che è  volontariamente utilizzata nella trasformazione di materie prime, prodotti alimentari o loro ingredienti, per rispettare un determinato obiettivo tecnologico in fase di lavorazione o trasformazione che puo’ dare luogo  alla presenza, non intenzionale ma tecnicamente inevitabile, di residui di tale sostanza o di suoi derivati nel prodotto finito, a condizione che questi residui non costituiscano un rischio per la salute e non abbiamo effetti tecnologici sul prodotto finito.
SHARE

LEAVE A REPLY